Dal passo del Pellizzone al Passo della Cisa

Poco piu’ di 200 km (esclusi trasferimenti ) pieni di curve e controcurve sono il totale del tracciato che abbiamo percorso Io, Paolo e Stefano .

Alle 6,30 ero in strada per raggiungere il luogo del ritrovo , la temperatura di otto gradi sancisce la fine della lunga estate ,sono coperto adeguatamente .

A Fornovo come da consuetudine rabbocco il serbatoio e poi mi dirigo a Varano de Melegari , mentre prendo un caffe’ arriva Paolo e di seguito puntualissimo Stefano che cavalca la bellissima V-Strom 1050 SE. Paolo e’ con la Yamaha Trecer 700

Poco dopo diamo inizio alla danze che vengono interrotte di tanto in tanto per immortalare dei bellissimi panorami .

All’ora di pranzo complice un bel sole ci accomodiamo in una trattoria che si affaccia a lato della chiesa di Berceto , una sosta gradita anche per scambiare due chiacchiere .

Da Berceto a Fornovo per noi mototuristi e’ come salire su una giostra ,scendendo a valle si gode appieno del bel panorama e del tracciato curvoso che ci vede danzare tra le curve in perfetta simbiosi di tutte e tre le moto ,il tutto senza esagerare e restando nei limiti del codice della strada .

Nei pressi di Parma saluto i miei compagi di viaggio e ritorno a casa in un paio d’ore .

E’ stata una piacevole giornata .